PD e Lega: nessuna opposizione

I signori Ferrari e Redondi hanno avuto un aumento di stipendio rispettivamente  del 262 % e del 96% (non male in tempo di crisi!) e il Partito Democr(istiano)atico per difenderli accusa De vecchi (Lega Nord)  di essere il responsabile dell’aumento delle bollette dell’acqua.

L’equazione è   PD+Lega Nord=meno soldi per i cittadini.

Si tratta di un’equazione ricorrente in questi tempi, cambiano solo le variabili (PD, PDL, Nuovo Centrodestra, l’UDC che, non si sa come mai, cambia nome ogni settimana, ecc.), ma il risultato è sempre lo stesso,  più tasse o meno soldi per i cittadini, come dir si voglia.

Questo succede perché i partiti politici ormai son diventati complementari.
Un esempio: nell’ultimo consiglio comunale la Lega Nord e il Partito Democratico hanno votato insieme una mozione consigliare per richiedere delle modifiche  al patto di stabilità, cosa normale per la Lega Nord che a livello nazionale si trova all’opposizione del governo. Ma il Partito Democratico?  Non è lo stesso partito che sostiene il governo attuatore del patto di stabilità?

State certi che a parti invertite avrebbero fatto la stessa cosa.
Le quattro righe soprascritte si possono ridurre in due parole Ipocrisia e Interessi.
Ipocrisia perché ormai dicono tutto e il contrario di tutto, danno con una mano e prendono il doppio con l’altra, si accusano a vicenda su chi sia il più ladro e fingono lo scontro alla luce del sole per mettersi d’accordo in ombra.

Gli interessi?  I loro.

Lascia un Commento