Codogno: la passerella ferroviaria non va abbattuta!

passerella-codogno

La notizia riguardante la volontà di abbattere la storica passerella ferroviaria che collega il centro di Codogno al quartiere San Biagio ci lascia sconcertati e senza parole.

Pare infatti che Rete Ferroviaria Italiana stia subordinando l’erogazione dei fondi per il potenziamento dello Snodo Ferroviario di Codogno (le cui eventuali implicazioni ed impatto, nonchè la sostenibilità rimangono peraltro misteriosi) all’abbattimento della famosa passerella, uno tra i simboli della nostra città. Riteniamo tutto questo intollerabile, anche considerando quanto del patrimonio monumentale della città è stato dismesso ed abbattuto in modo miope dalle precedenti amministrazioni.

La struttura, infatti, oltre a essere, come già detto, un simbolo della città, è anche un monumento storico, un bene culturale da tutelare e da valorizzare, non da abbattere (come, tra l’altro, già segnalato da intellettuali locali).

Non possiamo permettere che essa venga distrutta in nome del profitto, di un modernismo tutto da verificare, o in nome del passaggio costante di merci.

Se il potenziamento dello snodo ferroviario prevede la distruzione del patrimonio cittadino allora ci aspettiamo un passo indietro da parte dell’Amministrazione che, è bene ricordarlo, ha il compito di difendere Codogno e i suoi cittadini.

Da anni proponiamo la riqualificazione della passerella. Torniamo a chiedere che tale patrimonio (esempio di stile liberty) venga tutelato e valorizzato. Chiediamo a RFI di ritirare tale proposta o di modificarla impegnandosi, al contrario, in un’opera di valorizzazione e tutela del patrimonio storico-artistico.

Chiediamo inoltre all’Amministrazione comunale di intervenire contro questa decisione e di muoversi, anch’essa, nella direzione della tutela e non dell’abbattimento.

Chiederemo inoltre alla Soprintendenza di intervenire fermando tutto questo. Il patrimonio storico di Codogno non si tocca! Lo avete già fatto a sufficienza

Lascia un Commento