Codogno: è intollerabile usare i soldi solo per i privati!

bandiera

Pubblichiamo, di seguito, il nostro comunicato stampa sulla gravissima situazione dei servizi sociali di Codogno e sulle ventisette famiglie lasciate senza contributi sociali.

Apprendiamo dalla stampa che, a Codogno, ventisette famiglie sono rimaste senza contributi sociali poiché il fondo è “esaurito”. Tutto ciò rappresenta un fatto gravissimo ed evidenzia ulteriormente quali sono le priorità di questa Amministrazione. Essa, infatti, in questi primi mesi di governo ha trovato il tempo di usare 50.000 euro per l’impianto di videosorveglianza alla Mirandolina, ha trovato il tempo di pensare di aumentare i fondi alle scuole private, ha trovato il tempo di continuare la svendita del patrimonio pubblico (percorso, è bene sottolinearlo, già iniziato dall’Amministrazione PD…perché si sa, sono forze alternative ed opposte), ha trovato il tempo di “legiferare” contro i mendicanti, ma non ha trovato tempo e quattrini per aiutare le famiglie in difficoltà. Insomma, si riconferma ciò che noi di R-evoluzione diciamo da tempo: le Amministrazioni che hanno governato e che governano Codogno preferiscono favorire il privato rispetto al pubblico. È intollerabile che in questa situazione di forte crisi i soldi pubblici vengano usati per aiutare i privati. Torniamo a ripetere a voce sempre più alta ciò che diciamo da sempre: il denaro pubblico deve essere utilizzato per aiutare la collettività!

Lascia un Commento