L’ONU condanna il blocco statunitense contro Cuba

simbolo3

Nella giornata di ieri, 1 novembre 2018, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha nuovamente votato contro il criminale blocco economico imposto a Cuba da parte degli Stati Uniti d’America.

Delle 191 delegazioni presenti ben 189 hanno votato contro il blocco, mentre solo due (Stati Uniti ed Israele) si sono dichiarate favorevoli.

La notizia di questa nuova vittoria storica della piccola Cuba contro il grande Impero statunitense è arrivata mentre il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, si trovava a Mosca, prima tappa del lungo viaggio diplomatico che lo porterà anche in Cina, Corea del Nord, Vietnam e Laos (itinerario, peraltro, interessante e che mostra come il Paese caraibico sia tutt’altro che isolato e stia, anzi, consolidando un’alleanza antimperialista per frenare l’ormai decadente egemonia statunitense).

Bisogna sottolineare fortemente come questa votazione non sia la prima. In realtà è dal 1992 che l’Assemblea Generale dell’ONU si dichiara a stragrande maggioranza contraria all’imposizione del blocco ai danni de La Habana. Sono quindi ormai 27 le risoluzioni ONU che condannano l’imposizione del blocco economico da parte di Washington.

Fino a quando saremo disposti a tollerare questo comportamento criminale da parte degli Stati Uniti? Fino a quando saremo disposti a tollerare la violazione delle volontà collettiva mondiale? Fino a quando saremo disposti a tollerare che il mondo sia ostaggio di Washington e della sua politica imperialista?

Lascia un Commento