Il conflitto siriano nel mirino di R-Evoluzione

siria-cittadino

Articolo tratto da “Il Cittadino” riguardante la nostra iniziativa sulla Siria tenutasi il 20 Ottobre.

La difficile e complicata situazione della Siria, travolta dalla guerra civile che vede contrapposte militarmente le forze governative e quelle dell’opposizione, riunite nella Coalizione nazionale siriana, è stata al centro di un dibattito pubblico organizzato da movimento R-Evoluzione nel pomeriggio di domenica 20 ottobre al centro sociale Insieme di piazza della Repubblica a Casalpusterlengo. Il moderatore Leopoldo Cattaneo, consigliere comunale casalese, ha ricordato che il conflitto è iniziato il 15 marzo 2011 con dimostrazioni pubbliche, si è sviluppato in rivolte su scala nazionale, per poi divenire guerra civile nel 2012.
Secondo l’ultimo bilancio delle Nazioni Unite oltre 110mila persone sono state uccise dall’inizio del conflitto, tra i quali anche migliaia di donne e bambini innocenti. Sulla situazione siriana è intervenuto in collegamento telefonico Alessandro Lattanzio autore del libro “Intrigo contro la Siria” sottotitolato “La Siria baathista tra geopolitica, imperialismo e terrorismo 2011-2012” in cui si descrive come la Siria sia sottoposta a una pressione internazionale, che viene esercitata tramite diversi mezzi, militari, spionistici, terroristici, economici e mediatici. Secondo Lattanzio, «organizzare una simile operazione ha richiesto molto tempo, grandi risorse e un’ampia rete di supporto e sostegno, che comprende sia capi di stato ed ex-ministri, che docenti, politici e militanti radicali islamici, arabi, turchi e occidentali, con il necessario supporto di dissidenti, terroristi e traditori di origine siriana».
Davide Galluzzi del MovimentoR-Evoluzione di Codogno ha illustrato invece la posizione del movimento contrario all’intervento armato americano che «già ha creato disastri socio-politici nell’intera area» pur sottolineando il pericolo concreto delle minacce estremistiche islamiche in Siria. L’incontro fa parte di una serie di appuntamenti dedicati alla politica internazionale organizzati dal movimento R-Evoluzione, tra cui quelli già svolti sul tema “Euro ed Europa” e il caso dei 5 cubani accusati di spionaggio e detenuti dal 1998 in America.«Non abbiamo – ha detto Cattaneo – la presunzione di sapere la verità ma vogliamo far conoscere diverse forme di pensiero rispetto a situazioni ed eventi che in ogni caso ci riguardano. Stiamo approntando anche incontri che avranno come tema problematiche territoriali a partire, ad esempio, dalla sanità lodigiana».

Lascia un Commento