Intevento 21 Dicembre a Casalpusterlengo

Cittadini di Casalpusterlengo, il 9 dicembre il popolo italiano si è svegliato dal lungo letargo in cui lo aveva gettato la classe dominante. Si è svegliato e ha deciso di dire “no” a questo sistema politico corrotto, alle banche che ci tiranneggiano, all’Unione Europea e all’euro. E il “no” che è stato urlato è un “no” possente, che farà tremare la classe dirigente, che la spazzerà via! Ma per ottenere tutto ciò è necessario che ognuno di noi si metta in gioco, è necessario fermarsi, protestare, metterci la faccia! È necessario trovare l’unità dei lavoratori, di coloro i quali mandano avanti l’Italia! Senza di noi, senza il popolo, senza i lavoratori questa nazione non esisterebbe! L’Italia siamo noi, siamo noi ad avere il potere, checché ne dicano i politici e la Banca Centrale Europea! Dobbiamo solo deciderci e usare il potere che abbiamo in mano! Dobbiamo sollevarci e mandarli tutti a casa! Non si tratta di cambiare il Presidente del Consiglio o il Presidente della Repubblica! Si tratta, ora, di mandarli tutti a casa e costruire un’Italia diversa! Un’Italia che ritrovi la propria sovranità! Un’Italia in cui non saranno le banche ad avere il potere, ma il popolo! Un’Italia in cui ognuno potrà vivere in pace col proprio vicino, aiutandoci tutti l’uno con l’altro! Un’Italia in cui lavoreremo meno, ma lavoreremo tutti! Un’Italia in cui la disoccupazione sarà sconfitta! Un’Italia in cui istruzione e sanità saranno realmente gratuite ed accessibili a tutti! Un’Italia in cui non si dissangueranno i cittadini per mantenere le grandi banche! Un’Italia in cui la ricchezza verrà equamente ridistribuita tra tutti e non sarà patrimonio di pochi! Un’Italia in cui non ci saranno più nepotismo e corruzione! Un’Italia in cui potremo vivere come essere umani, liberi, con una dignità forte e non schiavi sottomessi e sviliti! Un’Italia che non si piegherà più agli invasori statunitensi e ai diktat tedeschi ed europei! Insomma, amici miei, si tratta di costruire un’Italia migliore! Tutto questo è a portata di mano, basta tenderla e prenderci quanto ci spetta! Ma per farlo dovremo essere uniti! Ricordate, fin dall’alba dei tempi la tattica del potere è stata una sola: “divide et impera”. I potenti dividono il popolo per tiranneggiare indisturbati! E allora uniamoci! Il popolo, e solo il popolo, potrà costruire l’Italia migliore di cui abbiamo parlato! Il popolo, e solo il popolo, potrà salvare sé stesso, non i corrotti politici o le banche!
Cittadini di Casalpusterlengo, ritrovate le vostre origini! Quelle fiere e combattive origini che hanno portato la vostra città ad insorgere contro la dittatura fascista e scacciare il tiranno e l’invasore! Cittadini di Casalpusterlengo, unitevi anche voi a quei cittadini italiani che si sono svegliati e hanno detto “basta”! Cittadini di Casalpusterlengo, lottate anche voi per la vostra dignità e per un’Italia migliore!

Lascia un Commento