La nuova Russia. Prospettive per un mondo multipolare

la nuova russia locandina

Il collasso dell’Unione Sovietica e la presidenza di Boris El’cin portarono la Russia sull’orlo del baratro.

Oggi, grazie all’energica azione del Presidente Vladimir Putin, il gigante euroasiatico si è risvegliato dal suo lungo sonno, scoprendo di nuovo di avere la forza per spezzare le catene con cui l’Occidente aveva provato ad opprimerlo.

La Russia è quindi ritornata prepotentemente sullo scenario internazionale, mettendo in discussione il mondo unipolare voluto dagli Stati Uniti alla fine della Guerra fredda. La già traballante egemonia statunitense sul mondo è spezzata e ci avviamo verso un mondo che vuole e deve essere multipolare. Ovviamente i mass media presentano la Russia come il nemico, il Grande Satana da abbattere, una potenza totalitaria completamente asservita ad un unico padrone, Putin. Ma le cose stanno davvero così? Com’è la Russia di oggi? Quale ruolo ha e ha avuto il Presidente Putin? Quale è la prospettiva futura per la Russia a livello nazionale, internazionale e geopolitico?

 

Questi e altri ancora saranno alcuni interrogativi a cui proveremo a dare una risposta assieme a Evgeny Utkin*

 

*Evgeny Utkin è un giornalista russo esperto di economia e geopolitica. Vive e lavora in Italia. È stato ricercatore e docente all’Università Statale di Mosca “Lomonosov” Moscow State University e poi manager per diverse società internazionali, imprese intergovernative ed internazionali come Eutelsat ed Ericsson. Ora è un giornalista, corrispondente da Milano per Expert Magazine, il principale settimanale economico e politico della CSI (Commonwealth of Independent States) con edizioni in Russia, Ucraina e Kazakistan. Scrive per altre testate russe ( Slon) e italiane (“Russia Oggi” per La Repubblica, La Stampa, il Fatto Quotidiano e Quotidiano Energia,). Ha collaborato con Panorama, Limes, Formiche ed Economy. È un commentatore per la Rai, Russia24, CNBC, Sky, Radio24 e Radio3 Rai come commentatore esperto della vita economica e politica russa.

Lascia un Commento