Voto a Casale, Cattaneo torna in corsa con R-evoluzione

Tratto da “Libertà” del 18/04/2014

«Centrosinistra e centrodestra hanno rovinato la città, ora cercate l’alternativa del movimento R-evoluzione». E’ Leopoldo Cattaneo, attualmente all’opposizione, a promuovere la quarta lista in lizza alle Comunale. Sfiderà quelle del sindaco Parmesani, del Pd con Concordati e di Casale 5 Stelle con Caccialanza. «Abbiamo cercato di avvicinare i grillini, per alcune affinità di vedute, ma loro volevano abbandonassimo il Movimento che si presenta per la quarta volta, con una lista di età media sui 38 anni, senza partiti alle spalle o dirigenti che impongano scelte. Così abbiamo rifiutato – ha proseguito Cattaneo -.
Siamo l’alternativa e speriamo i casalini non ricadano nei soliti errori». Gli altri candidati sono Fabio Bellin (potenziale assessore Attività produttive, Lavori pubblici, Frazioni), Cristian Canova (Personale, Cultura), Maria Frigoli (Servizi sociali), Stefano Bertoglio (Commercio, Ambiente), Giuseppe Giordano (Bilancio), Barbara Raggi, Gianfranco Carelli, Giacomo Cattaneo, Vera Dosi, Marco Uccellini, Laura Marra, Mauro Fantoni, Alexander Raggi, Lara Gavazzi, Giuseppe Bramé, Emanuele Scarpanti, Rossella Bramé.
Stop agli sprechi, con servizi ai cittadini senza aumentare le tasse, valorizzazione delle aree inutilizzate, controllo, eliminazione dei consigli di amministrazione, blocco di attività nocive. Saranno eliminate il più possibile anche le costose consulenze esterne e attivato uno sportello lavoro, con un occhio di riguardo alle attività produttive. Tra le proposte quella della moneta locale di Casale, rafforzativa dell’euro e rivolta a dare un’identità, la riduzione dei vigili, spostandoli in altri settori e il loro ritorno a dirigere il traffico «e non più a contare gli stranieri», con l’idea di avvertire il conducente indisciplinato prima di multarlo appena compie infrazioni.
E poi agevolazioni per il piccolo commercio e meno contributi alle scuole paritarie «che sono private e devono gestirsi da sole», tutto a vantaggio delle pubbliche. Sarà rivista anche la viabilità del centro e non solo e verrà incentivato l’utilizzo dei mezzi pubblici. L’idea dei voucher lanciata dalla giunta Parmesani per il Movimento va bene «ma servono molti più fondi in campo per fare veramente qualcosa». Ok anche alla già avviata municipalizzazione dell’Azienda speciale dei servizi «per un ritorno al pubblico». Così come al rendere più accessibile la biblioteca a chi lavora «che ora non trova orari disponibili» e «ancora viva quella che una volta era una grande città culturale, con valorizzazione del teatro locale». Nei sogni del Movimento, dare voce delle frazioni Zorlesco e Vittadone.

Lascia un Commento