Monthly Archives: aprile 2016

Riflessioni sul 25 aprile

resistenza

Oggi, come tutti gli anni, celebriamo la Liberazione dell’Italia dal fascismo e dal nazismo. Oggi, come tutti gli anni, rendiamo il giusto onore alle partigiane e ai partigiani, a tutti quei nostri compatrioti che, anche a costo della vita, resistettero e sconfissero il tiranno fascista e l’invasore nazista. Ma il nostro non può essere un mero esercizio retorico, non possiamo limitarci alla sola memoria e al solo ricordo. Il 25 aprile deve rappresentare, per noi, una giornata di ricordo, certo, ma anche di riflessione. In questa gloriosa giornata dobbiamo chiederci: è questa l’Italia che avrebbero voluto i partigiani? L’Italia è davvero libera? All’invasore nazista se ne è sostituito un altro che, occupando militarmente il nostro Paese, ne limita prepotentemente la sovranità e l’indipendenza. È questa la Liberazione che avrebbero voluto i partigiani?

Cosa sta accadendo in FIOM?

Fiom

Cosa sta accadendo in FIOM?

L’ennesimo argine alla democrazia ed ai valori di sinistra eretto questa volta dall’organizzazione sindacale degli operai.

Cosa sta accadendo in FIOM? Da diverso tempo ormai, lo storico sindacato degli operai metalmeccanici sembra la bruttissima figura di se stesso. L’immobilismo rilevato in merito a troppe vicende a danno dei lavoratori tutti è sconcertante tanto da far pensare ad un certo servilismo dell’organizzazione nei confronti del sistema Stato e del sistema padronale: si va dalla privatizzazione di gran parte del patrimonio aziendale pubblico (con conseguenze catastrofiche per i lavoratori); alla modifica dello “Statuto dei Lavoratori” eliminando l’Art.18 e quindi rendendo molto semplice licenziare; all’incentivazione dei contratti a termine; alla

La nuova Russia. Prospettive per un mondo multipolare

la nuova russia locandina