Monthly Archives: dicembre 2013

Intervento 14 Dicembre – Blocchiamo l’Italia

Cittadini di Casalpusterlengo, da ormai una settimana sempre più cittadini italiani stanno prendendo coscienza e hanno iniziato a ribellarsi a questo sistema corrotto in cui certuni voglio costringerci a vivere. Un sistema corrotto, profondamente ingiusto, una dittatura mascherata da falsa democrazia. Ma non limitiamoci a dei proclami, argomentiamo queste affermazioni. Perché questo sistema è corrotto e profondamente ingiusto? È presto detto. Il sistema in cui viviamo, signori miei, si basa sulla istituzionalizzazione dell’ingiustizia. Semplicemente poiché esso è basato sul profitto. E fino a quando vivremo sotto il governo del Dio-profitto sarà inevitabile vivere nell’ingiustizia. Non allontaniamoci dai confini patri, guardiamo alla nostra Italia. La nostra Costituzione recita, all’articolo 1: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.” Niente di più falso! I disoccupati in Italia sono più di tre milioni! E chi, dopo aver letteralmente mendicato, ottiene un posto di lavoro si ritrova precario, senza tutele e ultra sfruttato per uno stipendio da fame.

Intervento 9 Dicembre – Blocchiamo l’Italia

casale_9_dicembreCittadini di Casalpusterlengo, chi vi parla è uno studente universitario che, come la stragrande maggioranza dei giovani e come tutto il popolo, condivide l’angoscia per un futuro incerto, senza lavoro e senza diritti. Questo studente universitario, però, ha deciso di dire “basta” e di ribellarsi. La situazione nella nostra povera Italia è insostenibile. Ci troviamo davanti alla distruzione totale dell’Italia per mano di una banda di tagliagole che, senza legittimità, governa il Paese! La crisi economica è sempre più forte (e vi invito a fermarvi e leggere i nostri pannelli e i dati esposti), ma la cosa più grave, il paradosso di tutti i paradossi, è che chi ci dovrebbe salvare sono proprio quelli che hanno causato la crisi! La classe politica corrotta non può salvarci dalla crisi, poiché è schiava delle banche che la hanno causata! Ed è tutto palese, fatto alla luce del sole. I nostri cari “politici” (forse la definizione migliore è “banda di delinquenti prezzolati dalle grandi banche, banda di assassini e affamatori”) rubano i soldi direttamente dalle nostre tasche per darli alle oligarchie finanziarie che governano l’Unione Europea, di cui l’Italia è una semplice colonia. Ed ecco l’altro grande nemico: l’Unione Europea, l’euro! Sia l’Unione sia la moneta unica sono stati voluti dall’oligarchia finanziaria per opprimere i popoli, per portarci via tutto, diritti, denaro, la vita stessa!

Blocchiamo l’Italia! 9 Dicembre 2013

9DicembreCONTRO LA GLOBALIZZAZIONE, L’UNIONE EUROPEA E L’EURO, CHE AFFAMANO MILIONI DI ITALIANI
CONTRO UN GOVERNO DI NOMINATI
CONTRO L’OLIGARCHIA FINANZIARIA E LE BANCHE
PER RIPRENDERCI LA SOVRANITÁ POPOLARE E MONETARIA
PER RIAPPROPRIARCI DELLA DEMOCRAZIA
PER LA NOSTRA DIGNITÁ

PARTECIPA ANCHE TU AL GRANDE PRESIDIO CHE SI TERRÁ LUNEDÌ 9 DICEMBRE A CASALPUSTERLENGO, PRESSO PIAZZA DEL POPOLO DALLE ORE 9:30